Progettazione grafica: busta.

Di: maru | 26/09/2020 17:46:22
Ho da poco realizzato la grafica per carta intestata e busta per un ente pubblico. Sulla busta ho messo il logo in alto a sinistra e l'indirizzo in basso a sinistra.
Mi è stato fatto notare (naturalmente dopo aver stampato!!) che esiste una normativa per la quale occorre lasciare un'area libera da grafica sul lato inferiore della busta (dove io invece ho messo l'indirizzo).
L'unica indicazione in merito che ho trovato è una circolare del '99 del ministero delle finanze che solleva questo problema nel caso si tratti di enti statali (che hanno convenzioni particolari con le Poste).
Quello che vorrei sapere è: queste regole di composizione sono comunemente note nel "mondo della grafica" e quindi è una mia mancanza oppure si tratta di una normativa interna e quindi era compito del cliente mettermi al corrente?
Qualcuno ha mai avuto lo stesso problema?

Risposte



Ciao Maru,
non vorrei infierire, però cerchiamo di affrontare la realtà. La ricerca fa parte del lavoro del progettista.
Se hai assunto la responsabilità del progetto grafico, avresti dovuto prevederne tutte le problematiche connesse al lavoro che ti hanno commissionato e risolverle di conseguenza. Infatti viene retribuita anche la progettazione e non solo la realizzazione di un lavoro grafico.
Nel caso specifico, probabilmente il seguente link ti sarebbe stato utile in fase di ricerca:
[STRIKE]http://www.poste.it/postali/lettere/indirizzo.shtml[/STRIKE]
E poi naturalmente la ricerca deve essere approfondita a seconda dei casi e delle destinazioni d’uso.
Ad esempio, le buste americane sono di formato diverso rispetto a quelle italiane, poi ci sono tanti tipi di buste, a finestra, chiuse e via dicendo...
Tutte queste scelte fanno parte del progetto grafico.
I difetti possono dipendere da molti fattori, primo tra tutti è la scarsa comunicazione tra il committente ed il progettista. Ma è compito del progettista capire il suo incarico, in modo che possa lavorare nel migliore dei modi.
Questo è il mio punto di vista sulla questione, molto dipende anche dall’esperienza. Bisogna sempre fare attenzione, a maggior ragione quando si tratta di progettare l’immagine coordinata di un ente pubblico.
Spero di esserti stato utile per il futuro, ciao.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:46:22


Ciao Pablito
Questo post un pò di tempo fa mi è tornato molto utile, come tutti gli altri d'altronde...
Oggi devo fare una busta per un nuovo cliente e alle sue modifiche ho risposto che ci sono delle regole da seguire, volevo quindi stampare la pagina di cui tu hai fornito il link, ma ora non esiste più... ho provato a fare ricerche su internet su normative, layout, ecc. ma non ho trovato nulla... forse che da quando esiste solo la posta prioritaria queste normative non valgono più?
Siamo liberi di mettere logo e indirizzo dove ci pare? (mmmm)
Grazie
Ciao

Di: Juna | 26/09/2020 17:46:22


No, purtroppo quel link non funziona più, e nemmeno ne ho trovato un altro nello stesso sito...
Tuttavia ecco un altro link: http://www.chass.utoronto.ca/~ngargano/corsi/corrisp/busta.html

Di: Pablito | 26/09/2020 17:46:22


Ciao Pablito
è meglio di niente...
Ciao e buon tutto

Di: Juna | 26/09/2020 17:46:22


Sul sito delle poste è possibile scaricare un file PDF contenente le specifiche da rispettare nella predisposizione (sia a livello di progettazione grafica, che nell'apposizione di francobolli o nella stampa dell'indirizzo) delle buste.
Ti confermo che la marcatura elettronica utilizzata nei grandi centri di smistamento delle poste, richiede che lungo la base della busta, 15mm siano lasciati completamente bianchi.

Di: chupachup | 26/09/2020 17:47:22