Progettazione: fustella o plotter da taglio?

Di: grafo79 | 26/09/2020 17:10:20
Ciao a tutti!
Ho un problema: ho realizzato un bigliettino da visita pieghevole (due pagine del classico formato), sotto richiesta del cliente, che prevede un occhiello a un estremo che lo tiene chiuso, quindi dei precisi tagli oltre a quello perimetrale. Il problema è che il tipografo mi ha detto che per questo dovrebbe creare una fustella apposita, con dei costi molto alti.
Ma non esistono metodi di taglio alternativi alla fustella? No si può, per esempio, praticare il taglio a plotter (che immagino sia più economico) su uno stampato offset?
Cosa mi consigliate?

Risposte



Macché, il plotter non c'entra niente con la stampa tipografica e con la fase di rifilatura.
Ha detto bene il tuo tipografo, ciao e grazie comunque per la tua fiducia rivolta nei confronti di 001design.it.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:10:20


Aggiungo al discorso che i plotter da taglio naturalmente esistono e sono sempre più diffusi, però comunque servono solo per singoli fogli di carta, pvc adesivi etc.
Per le cartelline con i lembi, taglio di più fogli e via dicendo si usano sempre lame e fustelle per motivi legati alla produttività.
Comunque calcola che il costo di una fustella in genere (chiaramente dipende dalla complessità della stessa) si aggira sui 100-150 euro circa.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:10:20