Indesign: inserire il testo da file Word

Buongiorno a tutti, ho importato del testo word su un nuovo documento Indesign. Il file word è composto da 116 pagine formato A5. Impostando anche il documento Indesign in formato A5 con 20mm di margine per tutti i lati, mi fa vedere solo 106 pagine. Le pagine restanti, dalla 107 alla 116, ci sono nel documento, infatti, se porto il cursore sull'ultima lettera della pagina 106 e premo il tasto Canc vedo comparire parola dopo parola, mentre vengono cancellate, ma restano bianche le pagine visibili fino alla 116.
La cosa "divertente" è che se mi porto con il cursore sulla pagina 107 e scrivo il testo mancante dalla tastiera, si vede. Ho fatto così per risolvere momentaneamente il problema, considerato che si trattava solo di poche pagine. Se fossero state un centinaio di pagine non sarebbe stato così semplice.
Ho fatto delle prove, ma non sono riuscito a venirne fuori.
Qualcuno può aiutarmi? Grazie.

 quaio61, N.D.

Ciao Quaio,
premetto che il mio approccio è un po' diverso quindi probabilmente non ti posso aiutare.
Io normalmente faccio un semplicissimo copia/incolla e poi lavoro su Indesign dove mi ricreo l'impaginazione ex-novo (sì, ci vuole duro lavoro ed un paio di monitor per fare i confronti). Mi spiego meglio, se ho un file ad es. di OpenOffice ed è tutto bello impostato, probabilmente può convenire fare il pdf da lì direttamente (idem se fosse Word che io però non uso).
Già da Office e OpenOffice ci sono delle differenze, figurati tra Office e Indesign... cmq tecnicamente tutto è importabile... ma con quale livello di affidabilità?
Suppongo che il problema da te riscontrato sia solo uno dei tanti... poi dipende dalle versioni dei programmi etc. etc. etc. Vediamo se qualcun altro della comunità ha una soluzione per il tuo caso.

 Pablito, N.D.

Grazie Pablito,
anche per la rapida risposta. Vorrei trovare la soluzione nell'importare tutto il testo dal file perchè non è scritto da me, io faccio solo l'impaginazione del libro.
Speriamo che nel forum ci sia qualcuno che riesca a risolvermi il problema.

 quaio61, N.D.

Ciao, Pablito già ti ha dato ottimi consigli, descrivendo il modo come approccerebbe lui il problema;
li terrei in debita considerazione visto il mestiere che fa...
da parte mia, un modesto contributo:
ma perchè devi fare un unico documento di 116 pagine?
Basterebbe dividerlo in due o in quattro etc., avresti più file meno corposi e quindi, più facilmente lavorabili.

 glyphs, N.D.

Grazie Glyphs,
sicuramente l'ottimo consiglio di Pablito è da tenere in considerazione e lo ringrazio ancora; ma tornando al tuo suggerimento che è quello di lavorare su più documenti per avere file più lavorabili, al momento della creazione del file unico in pdf per la stampa, come dovrei procedere? Creando più file pdf e, successivamente, riunirli per esempio con PDF Creator o c'è un'altra soluzione?
Poi c'è anche il problema per la creazione dell'indice del libro, se è un unico documento è semplicissimo crearlo con Indesign, ma se divido in più file dovrei farlo manualmente, credo.
Oppure ti riferisci ai documenti word. Cioè creare il testo su più file word e, successivamente, importarli in sequenza sul documento indesign?

 quaio61, N.D.

Allora,
se dovessi fare un documento da centinaia di pagine, farei in questo modo:
dividerei il tutto in più parti, file piccoli e quindi facilmente modificabili riducendo drasticamente tutti gli inconvenienti dovuti ad un unico grande documento;
poi, vado su File > Nuovo > Libro...;
mi chiede il nome da dare al file Libro, glielo scrivo e OK;
mi si apre il pannello Libro con il nome che gli ho dato, questo pannello non è altro che un contenitore per tutti i miei file;
aggiungo nel giusto ordine i file (nota che gestisce anche il numero pagina);
se l'ordinamento dei file non è giusto è facilmente modificabile, basta afferrare il file e trascinarlo in alto o in basso, i numeri pagina si aggiusteranno automaticamente;
il pannello è sincronizzato con i file quindi posso fare modifiche a mio piacimento in ogni momento;
quando sono completamente soddisfatto, seleziono tutti i file vado sul menu laterale in alto del pannello e scelgo nel menu a tendina Esporta Libro su PDF...;
a questo punto basta dare il nome al PDF e OK;
in pochi secondi il mio bel PDF, completo di tutto, è pronto!
Naturalmente il pannello Libro non fa solo questo ma molto di più (genera indici, sommari -- sincronizza variabili di testo, elenchi numerati etc.) ma, direi che per il momento c'è già abbastanza carne al fuoco... Prova e buon lavoro...

 glyphs, N.D.

Grazie Glyphs,
gentilissimo, risposta esauriente.
Buona giornata.

 quaio61, N.D.

glyphs: per quale motivo suggerisci la funzione “Libro”? Si sta parlando di un volumetto in formato A5, da 116 pagine totali, apparentemente di solo testo senza immagini;
sinceramente mi riesce molto difficile capire l’utilità della funzione “Libro” - nello specifico si tratta di un file leggerissimo.
Mi occupo di editoria di servizio (periodici e volumi finiti) da decenni, ben prima dell’era digitale; limitandoci a questa, con tutti i conseguenti problemi e vantaggi, raramente ho sentito l’esigenza di avere file più leggeri, e questa esigenza mi si è presentata solo all’inizio con PageMaker e volumi illustrati con 200 o più pagine.
Con le attuali macchine e la loro potenza a disposizione è una funzione che ritengo, generalmente, superflua.
Che poi non ne serve nemmeno molta di potenza;
a titolo di esempio ho recentemente concluso lÂ’impaginazione di un volume da 288 pagine, 28 x 24 cm, testo 525.000 battute, con circa 200 immagini CMYK inserite:
per indisponibilità tecnica di un MacPro l’ho iniziato e chiuso su un MacMini senza alcun problema. - - - Per quanto riguarda l’importazione di testo Word o altro WP:
ho lasciato da molti anni ogni velleità di pretendere dagli autori testi scritti secondo alcune regole generali e identiche per tutti. Tutto inutile. Raramente mi perviene un testo correttamente taggato così da poterlo importare e trasformare senza intoppi.
Chiedo invece che oltre al file di testo mi venga fornita obbligatoriamente una stampata, anche solo Pdf, del testo stesso;
dopo di ché appiattisco tutti i testi importati, cioè tolgo tutte le precedenti formattazioni;
quindi proseguo con l’attribuzione degli stili necessari, seguendo le indicazioni degli autori (peraltro già scritto precedentemente da Pablito);
con ciò ottengo:
1) stili correttamente attribuiti e modificabili con facilità,
2) uniformità editoriale correggendo/modificando le quasi esiziali personalizzazioni stilistiche di ogni autore. Per i salti pagina, come da problema dell'opener, potrebbero essere comandi di salto pagina o altri comandi similari scorrettamente inseriti in Word.

 GraphicManoval, N.D.

Ciao GraphicManoval,
è sempre un piacere sentire le tue argomentazioni, frutto della tua indiscussa professionalità;
il tuo discorso non fa una piega, dall'alto della tua esperienza sei la persona giusta che tutti dovrebbero avere come vademecum per approcciarsi a lavori di stampa;
purtroppo non sempre è così, non tutti hanno a disposizione una persona che dia al cliente (il più delle volte inesperto) i giusti parametri e i giusti consigli per produrre il documento.
---
Nello specifico mi chiedi perchè ho consigliato il File Libro:
ti rispondo subito, il mio è stato solo un contributo aggiuntivo in quanto Pablito aveva già consigliato giustamente;
non conoscendo il grado di apprendimento di quaio61 e, visto che aveva un problema nel gestire il documento, gli ho prospettato di spezzarlo per lavorarlo più agevolmente; tutto qua.
---
Nel prosieguo, giustamente mi descrivi il tuo modo di lavorare, certamente la tua ottica è quella del prodotto finito e, così procedendo, avrai sempre il massimo controllo su tutto il documento; però, non esiste solo l'ottica del prodotto finito, esiste anche quella del prodotto da fare e, su questo l'uso del file Libro mostra i suoi vantaggi, a tal proposito, parecchi anni fa, mi venne l'estro di scrivere e, come mi accade per le cose nuove, mi buttai a capofitto nell'impresa.
Era proprio un'impresa, me ne accorsi quando le pagine incominciarono ad aumentare e gli argomenti avevano la tendenza ad ingarbugliarsi, mi resi conto di dover spezzettare il tutto per avere il controllo e, proprio con il file Libro trovai l'escamotage che mi aiutava a tenere in ordine il tutto, facilitandomi al massimo le modifiche e gli inevitabili posizionamenti cronologici. Stammi bene e buon lavoro...

 glyphs, N.D.

Grazie a tutti gli intervenuti, perchè con i vostri consigli ho arricchito il mio bagaglio.
Per quanto riguarda il mio problema, ho risolto così (lo scrivo per quelli meno esperti come me):
Nel jpg allegato (per comodità ho messo 3 immagini in 1) vedrete nell'immagine A che ho importato, nel documento indesign, il mio file word e mi ha creato 17 pagine. Portando a 18 l'interlinea (come indicato dalla freccia 1), le pagine diventavano 18, ma nelle pagine-mastro continuava a farmene vedere 17 e mi segnava errore nel "Menu verifica preliminare" (indicato dalla freccia 2);
Per risolvere mi sono spostato dallo "strumento testo" allo "strumento selezione" (indicato dalla freccia 3). Ho fatto doppio clic sul menu verifica preliminare (indicato dalla freccia 4) e si è aperta la finestra della "Verifica Preliminare". Ho fatto doppio clic sulla cornice di testo (indicata dalla freccia 5) e mi ha portato sulla pagina dell'errore, ovviamente l'ultima visibile; Ho cliccato sul quadratino rosso con il segno + all'interno (indicato dalla freccia 6) e in corrispondenza del mouse è comparso il testo nascosto come quando si sta importando il testo dal file word. Mi sono spostato sulla pagina 18 che era bianca ed ho incollato il testo, tenendo premuto lo shift nel caso che invece di poche righe ci fossero pagine intere non visibili.
Fatto questo, potete notare che nell'immagine C (indicato dalla freccia 8), nel menu verifica preliminare è scomparso l'errore.
Grazie ancora a tutti e alla prossima.

 quaio61, N.D.

Risolvere un grande problema dividendolo in piccoli problemi risolvibili è sempre valido e molto spesso risolutivo. Lo stesso sistema lo applica la NASA nei suoi progetti spaziali e così anche tutti i progettisti in generale.
Naturalmente sta sempre a te far valere il lavoro di impaginatore, che inevitabilmente richiede tempo e fatica, soprattutto quando l'impaginato deve essere curato in ogni parte. Se ti pagano allora ci lavorerai a cuore allegro. Se cerchi di risparmiare tempo, anche per fare l'indice, è già un brutto segno da questo punto di vista. In effetti quanto tempo richiede mettere i numeri pagina ad un indice manualmente per un libretto di 100-150 pagine? Meno di un'ora nel 99% dei casi.
I consigli che hai ricevuto saranno molto utili in futuro perché in questi casi l'approccio è molto simile a quello dei medici per curare le malattie ma meglio ancora per prevenirle (quindi contattando gli autori o gli editori in modo da farsi dare in partenza dei testi decenti e che seguano quanto più possibile le regole editoriali). Perché se ad es. tu dovessi fare attenzione a tutte le abbreviazioni, note, citazioni, parole straniere etc. utilizzate per libri tecnici, avresti una gran mole di lavoro e questo ha un costo...
Riguardo invece l'eventuale unione di più pdf è semplicissimo e si fa direttamente in Acrobat (professional), menu: Documento > Inserisci pagine.
Fa piacere che tu abbia risolto grazie a tutti e che questo sarà utile anche ai futuri lettori.

 Pablito, N.D.
001design.it ® è un marchio registrato.
© 2004-2017 Molfese Paolo - P.Iva: 03430820617 - All rights reserved | Tutti i diritti sono riservati.