IED: convegno sull'arte contemporanea.

Perché l’arte ha bisogno di curatori anche se non è malata?
Curatori di nuova generazione a confronto con personalità della cultura contemporanea.

[SIZE=2]IED - Istituto Europeo di Design[/SIZE]
[SIZE=1]Via Alcamo, 11 Roma
28 gennaio 2008
Dalle ore 9.30 alle 18.00
[/SIZE]


Curatori: 13 Notturno (Sara Buoso, Renzo Cioni, Anita Del Tufo, Connie Di Nardo, Giulia Grechi, Elena Guernieri, Jacopo Lanteri, Chiara Nicolini, Irene Petrarca, Tiziana Pezone, Rita Salvadei, Lisa Sperandii, Silvia Valente)

Partecipanti: Raffaele Gavarro, Marco Izzolino, Cesare Pietroiusti (collegamento in teleconferenza), Paolo Ruffini, Benno Simma, Judith Wielander.

Moderatore: Viviana Gravano


COMUNICATO STAMPA

Dopo l'evento L'intimità esposta, curato in occasione di Notte Bianca di Roma, continua il lavoro di 13 Notturno. Il 28 gennaio 2008, gli allievi usciti dal Master per curatori dello IED - Istituto Europeo di Design di Roma, diretto da Viviana Gravano, propongono un convegno dal titolo: Perché l'arte ha bisogno di curatori anche se non è malata? .

Il gruppo 13 Notturno affronta la questione della trasmissione del sapere legata alla figura del curatore nel panorama delle arti contemporanee.

Il convegno si articolerà in due sessioni: al mattino interverranno i componenti del gruppo; nel pomeriggio sei esperti saranno chiamati ad un confronto con le tesi esposte nella mattinata.

Le tesi affrontate nella prima parte saranno incentrate su diversi argomenti che ruotano intorno al tema dell'identità del curatore come storico, critico, educatore e operatore.

Gli ospiti invitati nella sessione pomeridiana saranno: Raffaele Gavarro (critico e curatore), Marco Izzolino (copywriter e storico dell'arte), Cesare Pietroiusti (artista) (collegamento in teleconferenza), Paolo Ruffini (operatore culturale), Benno Simma (architetto e designer ), Judith Wielander (curatrice).

Raffaele Gavarro, critico e curatore. Dal 2005 cura l'attività espositiva dell'Isola di San Servolo a Venezia, dedicata alla fotografia e ai nuovi media. E' inoltre direttore artistico di V_Venice Videoart Fair, che si svolge sempre a Venezia. Ha pubblicato articoli e saggi su riviste nazionali e internazionali e ha realizzato numerosi progetti espositivi in gallerie e musei.

Marco Izzolino, copywriter e storico dell'arte. Ha curato, organizzato e/o collaborato alla realizzazione di numerose mostre in spazi pubblici e privati italiani. Ha ideato e diretto ''La Natura dell'Arte'' nella provincia di Benevento. Ha collaborato con le riviste Arte e Critica, Exibart e Segno. Fondatore del progetto NOTgallery, ne è attualmente direttore creativo dello spazio espositivo. E' docente di Storia del Libro e della Stampa presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli. Quest'anno ha ideato e sperimentato l'edizione zero del progetto "BazaONE", rassegna di arte urbana presso l'antico Lanificio di Napoli.

Cesare Petroiusti, artista. Laurea in Medicina, 1979, con tesi in Clinica Psichiatrica. Co-fondatore del Centro Studi Jartrakor, Roma, 1977 e della Rivista di Psicologia dell'Arte, Roma, 1979. Coordinatore dei "Progetti Oreste" (1997-2000). Co-fondatore di Nomads & Residents (NewYork, 2000). Docente di Laboratorio di Arti Visive presso lo IUAV, Venezia (2003). Membro del comitato scientifico della Fondazione Ratti e co-curatore del CSAV (2006) ha esposto in numerosi spazi privati e pubblici, deputati e non, in Italia e all'estero. Nel 2007 ha fondato la prima galleria d'arte di opere immateriali ( www.evolutiondelart.org).

Paolo Ruffini, operatore culturale. Responsabile Relazioni Esterne del Dipartimento Politiche Culturali del Comune di Roma, autore di testi sul teatro e la danza contemporanei, già condirettore di Santarcangelo - International Festival of the Arts (nelle edizioni 2006 e 2007).

Benno Simma, architetto e designer. E'titolare dello studio di architettura e design Benno Simma. E' stato docente in diverse università di architettura e design in Italia e in Europa. Come direttore fondatore dell'Accademia di Design Bolzano dà il suo contributo dal 1997 al 2002 alla costituzione della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano. Dal 2002 al 2005 è docente di Design presso l'Università Tecnica di Innsbruck - Facoltà architettura - Studio 2. Da marzo 2005 è direttore dell'Istituto Europeo di Design IED a Roma.

Judith Wielander, curatore di eventi culturali. Co-ideatrice e co-fondatrice di Agenzia n-2, agenzia per l'arte contemporanea per l'organizzazione di eventi urbani. Collabora con la Fondazione Pistoletto - Città dell'arte a Biella.

Viviana Gravano, docente di Storia dell'arte contemporanea, presso l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Coordinatore Culturale della Scuola di IED Moda Lab di Roma dove è anche docente di Storia dell'arte contemporanea e di Semiotica dell'Arte. Curatrice d'arte contemporanea freelance. È stata vicedirettore della rivista AVATAR, Meltemi Editore. È stata direttore artistico della Galleria LopLop e della Galleria Nova di Roma. Ha pubblicato diversi saggi in raccolte e cataloghi di esposizioni in Italia e all'estero. Ha diretto la collana editoriale Iperbook per le Edizioni Interculturali di Roma.

13 Notturno Curatori Con-Temporanei , nasce come gruppo di curatori d'Arte Contemporanea di nuova generazione, costituitosi durante il Master per Curatore Museale e di Eventi, indetto per la prima volta nel corso del 2007 presso lo IED- Istituto Europeo di Design di Roma, coordinato da Viviana Gravano. Il gruppo si presenta per la prima volta al pubblico con un intervento ideato appositamente per la Notte Bianca di Roma, dal titolo L'intimità esposta. Il logo del gruppo è una civetta, animale capace di vedere ed orientarsi nell'oscurità. Con questo simbolo 13 Notturno intende mediare, accompagnare e coinvolgere coloro che guardano alla situazione delle arti contemporanee come qualcosa di buio e oscuro su cui fare luce. I linguaggi che il gruppo utilizza variano dall'evento artistico, al dialogo, alla scrittura.

La metodologia di lavoro implica la riunione trasversale delle conoscenze personali, delle capacità teoriche e pratiche dei singoli componenti del gruppo. Il confronto e lo scambio di tali competenze consente di curare tutte le fasi che articolano un progetto-evento: dall'ideazione alla realizzazione, dalle strategie di comunicazione all'allestimento.


Ufficio stampa 13 Notturno:
13notturno@gmail.com
Chiara Nicolini cell. 339.4888470
Silvia Valente cell. 339.5056027



13 NOTTURNO
Curatori Con-Temporanei


13 Notturno nasce come gruppo di curatori dÂ’Arte Contemporanea di nuova generazione, costituitosi durante il Master per Curatore Museale e di Eventi, indetto per la prima volta nel corso del 2007 presso lo IED- Istituto Europeo di Design di Roma, coordinato da Viviana Gravano.
Il gruppo si presenta per la prima volta al pubblico con un intervento ideato appositamente per la Notte Bianca di Roma, dal titolo L’intimità esposta.
Questo insolito esperimento di curatela collettiva, che ha avuto luogo presso il Museo Canonica di Villa Borghese, ha visto riunite varie arti visive, tra cui la Fotografia e la Grafica, oltre ad Installazioni e Performance teatrali, seguendo la trasversalità dei linguaggi nel panorama delle arti contemporanee. Per tale occasione sono stati invitati ad esporre e ad esibirsi artisti provenienti da diverse regioni d’ Italia.

• Il nome 13 Notturno s’ispira alla manifestazione della città di Roma, e conta il numero dei componenti, provenienti da formazioni ed interessi diversi tra Arti Figurative, Teatro, Architettura, Moda, Restauro ed Antropologia.

• Il logo del gruppo è una civetta, animale capace di vedere ed orientarsi nell'oscurità. Con questo simbolo 13 Notturno intende mediare, accompagnare e coinvolgere coloro che guardano alla situazione delle arti contemporanee come qualcosa di buio e oscuro su cui fare luce. I linguaggi che il gruppo utilizza variano dall’evento artistico, al dialogo, alla scrittura.

• Il collettivo intende promuovere, sostenere e sviluppare eventi, tendenze e linguaggi artistici contemporanei, insieme ai lavori degli artisti, con progetti di curatela, guardando alla valorizzazione dell’ attualità nel rispetto della storia e del patrimonio.

• Il progetto tiene conto dell’ eterogeneità degli interessi e delle scelte artistiche dei componenti del gruppo. Tale varietà d’idee e di sensibilità è, allo stesso tempo, una scommessa e uno dei caratteri peculiari ed arricchenti del gruppo stesso.

• La metodologia di lavoro implica la riunione trasversale delle conoscenze personali, delle capacità teoriche e pratiche dei singoli componenti del gruppo.

• Il confronto e lo scambio di tali competenze consente di curare tutte le fasi che articolano un progetto-evento: dall’ideazione alla realizzazione, dalle strategie di comunicazione all’allestimento.

• 13 Notturno è composto da: Sara Buoso, Renzo Cioni, Anita Del Tufo, Conie Di Nardo, Giulia Grechi, Elena Guernieri, Jacopo Lanteri, Chiara Nicolini, Irene Petrarca, Tiziana Pezone, Rita Salvadei, Lisa Sperandii, Silvia Valente.

 Pablito, N.D.
001design.it ® è un marchio registrato.
© 2004-2017 Molfese Paolo - P.Iva: 03430820617 - All rights reserved | Tutti i diritti sono riservati.