Director: autorun pc, mac e file .ini.

Saluti a tutti.
Ho letto in qualche manuale, ma non ricordo più quale, che insieme al file autorun si poteva inserire un file *.ini per far leggere al sistema il file di autorun prima degli altri file presenti nel cd e, quindi, accelerare il lancio del *.exe.
Potreste dirmi se è vero e, se lo è, farmi sapere qualcosa di più?
Cordialmente e con anticipata riconoscenza, Antonio.

 AntonioC, N.D.

Ciao AntonioC,
benvenuto e grazie per aver scelto 001design.it.

La soluzione naturalmente era a portata di mano (mai snobbare i link ordinati di questo forum).

Autorun usando il file .inf: http://www.001design.it/forum_italiano/thread.php?id=433
Icona personalizzata e autorun: http://www.001design.it/forum_italiano/thread.php?id=86

 Pablito, 5 Mar 2011

Ciao Pablito e grazie del gradito benvenuto.
Avevo già preso visione dei link che mi hai segnalato ma mi riferivo ad un altro problema:
oltre alla normale procedura per la creazione di un file autorun (e eventualmente all'icona del *exe) sembra esista la possibilità di "ordinare" al sistema che leggerà il cd rom di leggere per prima cosa appunto l'autorun, così da far partire l’eseguibile mentre il sistema continua la scansione del disco... così l’applicazione verrebbe lanciata con tempi di attesa minori... Credo(?)... se non ricordo male un file .ini insieme all’autorun...

 AntonioC, N.D.

Bah, per quanto mi riguarda, non c’è bisogno di usare alcun file .ini.
Mentre su Pc usi il file .inf come riportato nei precedenti link, se ricordo bene, su Machintosh puoi scegliere direttamente dal programma di masterizzazione (Toast) lÂ’autorun di un determinato file.

Invece i file .ini dovrebbero essere utili in altre circostanze, per gestire un’installazione o comunque per inizializzare un programma sul computer dell’utente. Basta aprire con blocco note i file .ini dei cd di installazione dei vari programmi per vedere di cosa si tratta. Preghiamo chi ne sa di più di farsi vivo a tal proposito.

Link correlati:
Gestione dei file .ini con il .NET Framework: http://www.aspitalia.com/articoli/aspplus/fileini.aspx
Leggere e scrivere sui file .INI: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?ID=1158
Boot .ini per sistemi operativi: Win 2000 e XP http://www.softwareitalia.net/modules.php?name=News&file=article&sid=65

 Pablito, N.D.

Confermo che per windows l'unica cosa che serve è il file autorun.inf di cui puoi trovare informazioni molto facilmente, se l'avvio è lento lo devi all'odiosissimo "autoplay" di windows xp, che legge il contenuto del cd per farlo partire, e che non puoi disattivare sui computer degli utenti (a meno di non andare casa per casa e farlo a mano).

Per quanto riguarda il mac, l'autorun del cd si decide durante la masterizzazione, come già detto dal capo, ma non ti affidare troppo a questa funzione che, garantisco, fallisce due volte su tre.
A questo proposito vorrei chiedere se c'è qualcuno che conosca esattamente il criterio con cui il mac gestisce la lettura e l'autorun di un cd.
So che dipende da quicktime e che si può disattivare.
So anche che l'autorun non è molto popolare tra gli utenti mac.
So come masterizzare con toast.
La cosa che vorrei sapere, in dettaglio, è perché funziona solo quando vuole, da cosa dipende?

 Professore, N.D.

La domanda di Professore è tanto interessante quanto misteriosa.
Ora si tratta di attendere la risposta di un bravo utente Mac che possa far luce sulla questione.

 Pablito, N.D.

Con il MAC OS9 è possibile farlo con Toast. Con il MAC OSX e la nuova versione di Toast non è più possibile. Si potrebbe provare AutoStart (Mac) sviluppato dalla Dirigo Multimedia. Il mio consiglio? Fate partire i proiettori con due bei click.

 freetime, N.D.

Autostart l'avevo provato e su MacOSX (tutte le versioni) non funzionava lo stesso.
Fa parte di una decisione della Apple stessa, che ha preferito disabilitare completamente tutte le possibilità di autorun sui dischi.

 Wolf, N.D.
001design.it ® è un marchio registrato.
© 2004-2017 Molfese Paolo - P.Iva: 03430820617 - All rights reserved | Tutti i diritti sono riservati.