After Effects: consigli sullÂ’hardware

Salve a tutti... Avrei bisogno di qualche consiglio.
Premetto che da un po di tempo sto lavorando con After Effects e premiere con un pc da 3ghz a 1gb di ram.
Ho bisogno di potenziare un po il tutto e vorrei capire quanto un aumento di ram a 1,5 o a 2 possa influire sulla veocità di render di AE e premiere e sopratutto sulla gestibilità di file abbastanza grandi (tipo avi non compressi).

 Max271, N.D.

dato il tuo hardware, un aumento di ram anche fino a 2 gbytes non è che cambia moltissimo, in After Effects riesci a fare una preview in ram sicuramente di più secondi rispetto ad avere 1 Gb, ma la velocità di rendering, in After Effects soprattutto, è determinata molto di più dalla velocità del processore, almeno per sistemi che partono da 1 Gbyte mbytes di ram;
certo, se hai la possibilità, portare la ram a 2 gb non è che gli fa male, in ogni caso è scongiurata la possibilità che durante il rendering di progetti molto lunghi e pesanti il software cominci a fare "swap" sull'hdisk;
molto dipende poi anche dalla risoluzione dei filmati con cui lavori:
se lavori in Pal (720*576), non cambia granché, se lavori su progetti in HD (1920*1080) o peggio cinematografici 2k o 4k allora il discorso cambia eccome, e 2gbytes di Ram diventano il minimo indispensabile;
anche avere dei dischi molto veloci può aiutare;
per Premiere più o meno è la stessa cosa;

...non capisco la necessità di lavorare su avi non compressi....

 MaxTheGuitar, N.D.

ciao slimegg

ho appena aggiunto anch'io della ram, ora ho 2gb.
i vantaggi, come dice maxtheguitar, non li troverai tanto nel rendering o nella preview, comunque entrambi giovati, ma nel poter usare meglio altri applicativi contemporanemente: ad es preparari i file con photoshop
mentre aefx esporta.
meno tempi morti e il sistema in generale è più stabile.

il salto di qualità lo si ottiene con un raid veloce, ci sono anche dei dischi esterni a prezzi accessibili con interfaccia sata

con l'avi non compresso ho fatto una brutta esperienza:
sembra perfetto sul pc, ma su un'altra piattaforma (merito forse anche di una scheda grafica migliore) si nota che i contorni vibrano e alcuni effetti di nebbia su nero vengono 'bruciati'
esportare in sequenza di immagini non penso occupi molto più spazio dell'avi, il canale alpha lo mantieni comunque

la scheda grafica non l'hai nemmeno nominata, sarà già buona

sono sempre un sacco di soldi! e le vacanze?

ciao a tutti

 das andere, N.D.

Grazie per i consigli,
scusate la mia enorme ignoranza, ma se non esporto in avi in cosa esporto? Cioè durante il progetto lavoro con sequenze di immagini ma poi il progetto finale? Io pensavo che l'avi essendo non compresso non perdesse qualità.
In effetti non ho scritto la scheda video e non perchè è gia buona ma perchè mi è sfuggita Ati Radeon 9600 256mb per la cronaca. Quindi per lavorare al meglio avrei bisogno di più processori giusto? Un multi processore o qualcosa del genere

 Max271, N.D.

olà appassionato,

il formato per eportare il lavoro da far vedere lo scegli in base alle apparecchiature su cui dovrà girare, questo per quanto riguarda il codec: i vari mpeg, divx, xvid, h264 li andrai a scegliere se esporti per streaming o dvd o altro.
se trovi qualcuno con un mac portagli un .mov e ti sarà riconoscente.

l'originale, però, rimane a te e lo puoi tenere in sequenza di immagini (tga 32bit è super buono).
questo originale, master, lo puoi riversare in dv, betacam, o digibeta (pagando uno studio)

riversando l'immensa mole di dati su nastro potrai farlo vedere anche a chi non possiede una sala di montaggio domestica, e nei concorsi è generalmente perferita la cassetta dv al dvd che salta.

il problema è questo: un filmato in DV richiede una trasmissione di 25mb circa al secondo, avi non compresso 36 e così via per i formati ad alta definizione, quindi per vederlo bisogna avere un sistema che garantisca la continuità di questa trasmissione di dati (bitrate)

i dvd odierni hanno un bitrate di 6,5mb variabile (le cifre sono approssimative, non sono un tecnico it): il codec mpeg2 trasforma i tuoi 36mb al sec in 6,5, mentre se riversi su nastro dv la compressione è a 25.

lo stesso disorso vale per il sistema hardware: 'bisogna' avere dischi rigidi veloci e in parallelo per poter richiamare costantemente il bitrate necessario ad un filmato in HD.

pur avendo due processori non riesco a vedere in tempo reale per più di 15sec un filmato in hd non compresso, mentre per il pal non ci son problemi.

il tuo pc è già potente, per renderlo più veloce mi sembra che la strada sia quella degli hard disk esterni, come fai ad aumentare i processori?
vuoi cambiare computer?


 das andere, N.D.

Infatti a livelli professionali bisogna utilizzare degli Hard disk Ultra SCSI dedicati (non importa se interni o esterni) per il montaggio e riversaggio. Il doppio processore velocizzerà il rendering, non la riproduzione del video. Sulla velocità di trasferimento dati che ha accennato Das Andere, ecco un link che potrebbe essere utile per comprendere meglio la questione riguardante CD e DVD: http://www.001design.it/forum_italiano/thread.php?id=899

 Pablito, N.D.

una piccola precisazione:

un filmato dv richiede un transfert/rate di circa 5 mb/s, non 25, questo è il motivo per cui se si lavora in dv spesso basta anche un normale hdisk sata a 7200 rpm; il formato dv è infatti compresso con una compressione fissa 5:1 su cui non è possibile impostare livelli qualitativi o altro; è una compressione che viene effettuata direttamente dalle videocamere, e il vantaggio che si ha avendo una porta firewire è che il trasferimento di dati da videocamera a pc avviene senza ulteriori ricodifiche, mantenendo quindi inalterata la qualità del materiale girato, ma che comunque è e rimane compresso;

altra cosa (per esperienza personale):
le note tecniche di software come After Effects e Premiere Pro riportano chiaramente il supporto multiprocessore;
nella ormai pluriennale esperienza quasi quotidiana con i due in questione (After Effects soprattutto), vi posso garantire che l' utilizzo dei due processori al 100% durante i calcoli dei rendering, viene raggiunto solo in una limitata quantità di casi, infatti in After Effects solo alcuni dei filtri sono stati scritti per sfruttare più processori; se ne avete la possibilità, su una macchina multiprocessore, createvi un progetto "tipo" con AE, lanciate il rendering e aprite il task manager di win2000 o winXp, vedrete che la percentuale di occupazione delle due CPU in totale raramente supererà il 60-65%; se poi si utilizzano anche plug-ins esterni, sappiate che spesso non sono scritti per sfruttare il multiprocessore, fatta eccezione per quelli più professionali tipo "Tinderbox" o "Genarts Sapphire";

per cui, se si lavora specificatamente con questi due software, ritengo molto più produttivo avere una sola CPU magari a 3.6 - 3.8 Ghz, per chi se la può permettere, piuttosto che due cpu a 2.8 - 3.0 ghz (oltretutto i costi per assemblare una workstation dual cpu salgono in maniera vertiginosa);

per quanto riguarda il formato di esportazione, intanto:
su che materiale lavori? tuoi girati in dv?, sequenze che vengono da rendering in CG? altro?

se lavori su sorgenti dv, è del tutto inutile renderizzare in avi non compresso, perché tanto gli artefatti della compressione dv ci sono e rimarranno comunque, esporta direttamente un avi dv, occupa molto meno spazio e mantiene la qualità del materiale originario;
dipende dal tipo di lavoro che fai, magari facci sapere e ti diamo qualche dritta in più....

;-) :-p

 MaxTheGuitar, N.D.

scusate per i dati errati,
mi ricordavo che l'avi non compresso nella impostazione pal square pixel era 36mbsec, mentre nell'impostazione con pixel 0,9 scendeva a 25.
quanta cautela bisogna avere.

pensavo a dischi esterni perchè non ho spazio per quelli interni.
certo che gli scsi hanno prezzi improponibili, avete esperienza delle alternative sata? i dati di alcuni prodotti 'lacie' sembrano interessanti..

anche nel mio caso aefx usa al massimo 'un processore e mezzo'

ciao a tutti

 das andere, N.D.

Grazie di tutto siete veramente un pozzo di sapere!
Allora..io principalmente faccio direttamente i video con After Effects animando immaggini e livelli creati in photoshop. quindi se non ho capito male dovrei sempre lavorare con sequenze di targa senza mai esportare in avi.
Per quanto riguarda l'hard disk esterno a quanto ho capito mi basterebbe un sata a 7200 rpm visto che per il momento penso che lavorero solo in Pal e cmq con dv.
un altra cosa da betacam a digitale in che formato bisogna eportare per avere la minor perdita di qualità.


 Max271, N.D.

Slimegg ha scritto:
Grazie di tutto siete veramente un pozzo di sapere!

Allora..io principalmente faccio direttamente i video con after effect animando immaggini e livelli creati in photoshop. quindi se non ho capito male dovrei sempre lavorare con sequenze di targa senza mai esportare in avi.
Per quanto riguarda l'hard dik esterno a quanto ho capito mi basterebbe un sata a 7200 rpm visto che per il momento penso che lavorero solo in Pal e cmq con dv.
un altra cosa da betacam a digitale in che formato bisogna eportare per avere la minor perdita di qualità.





esatto;

...in che senso da betacam a digitale?

 MaxTheGuitar, N.D.

Queuing per velocizzare il sistema degli hard disk SATA.

>>...senza mai esportare in avi.
Mai dire mai perché è vero che per il tuo master tieni la sequenza Tga, ma prima o poi il tuo lavoro lo dovrai finalizzare e comprimere in .avi, .mov, .flv o altro a seconda delle esigenze di chi dovrà fruire del video.

Comunque grazie per lÂ’aggiornamento, io ero rimasto agli hard disk Ultra ATA...
Ecco invece il futuro con un articolo sulle possibilità di velocizzare il sistema degli hard disk SATA:
http://www.tomshw.it/storage.php?guide=20041116
Aggiungo i miei complimenti allo staff di TomÂ’s Hardware Italia, sempre professionali.

 Pablito, N.D.

per quanto riguarda l'esportazione:

sto finendo un lavoro, il mio master è in tga 32bit, fotogrammi 1280x720, 50gb circa.
preparo una copia con il compressore DVCPRO HD 720 30fps e una con l'h264 (la versione pocket)
lunedì scendo a roma per chiedere aiuto in uno studio dove lavora un mio amico.
solo allora saprò raccontarvi la travagliata esperienza di esportazione e i consigli dei romani

a presto

 das andere, N.D.

30 fps? Ma ti serve per un lavoro NTSC americano? :-D

P.S. Questo argomento del forum è stato aperto sui consigli hardware...

 Pablito, N.D.

das andere ha scritto:
per quanto riguarda l'esportazione:


sto finendo un lavoro, il mio master è in tga 32bit, fotogrammi 1280x720, 50gb circa.
preparo una copia con il compressore DVCPRO HD 720 30fps e una con l'h264 (la versione pocket)
lunedì scendo a roma per chiedere aiuto in uno studio dove lavora un mio amico.
solo allora saprò raccontarvi la travagliata esperienza di esportazione e i consigli dei romani

a presto





beh, per il master comunque un po' di spazio potresti risparmiarlo renderizzando tga a 24 bit anziché 32, tanto se è un master, l'informazione aggiuntiva sul canale alpha è inutile;
altra cosa (e ben altro peso) sarebbe se tu avessi lavorato su un progetto a 16 bit per canale (come spesso avviene per esigenze cinematografiche e in alta definizione);

per curiosità - se si può dire - che studio è quello del tuo amico? Magari gli spedisco un c.v., visto che io sono di Roma, e attualmente in cerca di nuove collaborazioni...

:-p

 MaxTheGuitar, N.D.

ciao

il progetto è a 16bit, dura 8'30".
ho tenuto i 32bit perchè sono un pasticcione e il lavoro non è ancora finito,
per poter aggiungere qualcosa all'ultimo, o far sparire i titoli dietro le immagini etc..

il preset dell hd 1280 è a 30 fps, ho fatto male? l'ntsc non si vede forse in tutto il mondo tranne l'europa? la russia usa ancora il secam o visto il delirio prende di tutto? è macchinosa la conversione a 25 fps?

lo studio a roma si chiama Suttwess (qualcosa di simile) ed è vicino al Verano, non sono di roma, cerco di spiegarti la strada:
dove c'è la piazza del verano, in direzione di s.lorenzo, non tiburtina, ci sono mille piccole attività di 'arte funeraria' (come si definiscono) sulla destra, alla fine un bar tabacchi all'angolo e una via che porta ad un cavalcavia, a metà di questa svolti a sx, in una parallela alla piazza del cimitero, in questa via mi sembra si trovi un istituto di psichiatria forse infantile, lo superi e in fondo trovi lo studio.
dalle indicazioni ti ho fatto fare il giro dell'oca, c'è anche una scorciatoia con una scalinata tra gli addetti del verano e la parallela in questione.
da quello che so lo studio è composto da piccole società che hanno unito le forze per trovare uno spazio.

 das andere, N.D.

da HD 720 29,97fps a PAL

ah..tutti gli sforzi, della macchina, per l'hd e alla fine devo consegnare e ridurre in pal su mini dv..
vabbhè

ho imparato almeno come si fa la conversione da NTSC a PAL,

dalla finestra project seleziona il tuo file (nel mio caso era a 29,97fps)
poi in - edit - interpret footage - e da qui si imposta il nuovo frame rate.


 das andere, N.D.

da ntsc a pal

correggo la mia ultima risposta:

la conversione come descritta qui sopra non dà risultati convincenti, quello che a 30 fps era fluido ora a 25 lo si trova a scatti.
son riuscito però a trovare un'altra strada, lunga però soddisfacente nei risultati.

sono partito da una seq di immagini a 30fps

nella PROJECT WINDOWS selezioni il footage e INTERPRET FOOTAGE - MAIN - 50 fps e separi i fields (LOWER FIRST)

crei una COMP con il preset del DV PAL ma impostando a 50 fps
con TIME STRETCH aggiusti la durata

attivare il frame blending

quindi

COMPOSITION - ADD TO RENDER QUEUE - render setting DV SETTING (impostando però 25fps) - output module LOSSLESS e vai a scegliere il compressore per il trasferimento su miniDV

è lungo però il risultato è buono e non ho trovato altre strade

ora sto perovando la differenza tra DV PAL - DVCPRO - DVCPRO50

ciao a tutti


 das andere, N.D.
001design.it ® è un marchio registrato.
© 2004-2017 Molfese Paolo - P.Iva: 03430820617 - All rights reserved | Tutti i diritti sono riservati.